Chi ? senza peccato1952

SCHEDA FILM

Chi è senza peccato

Anno: 1952 Durata: 118 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:DRAMMATICO

Regia:Raffaello Matarazzo

Specifiche tecniche:-

Tratto da:romanzo "Geneviève, memoire d'une servante" di Alphonse Lamartine

Produzione:LABOR FILM, TITANUS

Distribuzione:TITANUS

ATTORI

Amedeo Nazzari nel ruolo di Stefano Brunot
Yvonne Sanson nel ruolo di Maria Dermoz
Françoise Rosay nel ruolo di Contessa Lamieri
Enrica Dyrell nel ruolo di Laura Morresi
Enrico Olivieri nel ruolo di Nino
Anna Maria Sandri nel ruolo di Lisetta
Mario Ferrari nel ruolo di John Morresi
Aldo Nicodemi nel ruolo di L'avvocato
Gianni Glori nel ruolo di Dario
Gualtiero Tumiati nel ruolo di Sacerdote
Teresa Franchini nel ruolo di Adele
Liliana Gerace nel ruolo di Agnese
Giovanni Dolfini nel ruolo di Direttore del carcere
Antonio Basurto nel ruolo di Mastrelli
Amina Pirani Maggi nel ruolo di Sorvegliante del carcere
Nino Marchesini nel ruolo di Maresciallo
Giorgio Capecchi nel ruolo di Console
Michele Malaspina nel ruolo di Avvocato dell'accusa
Dina Perbellini nel ruolo di Madre superiora
Enrico Glori
Gianfranco Megalotti
Lina Rissoni
Rita Livesi
Rossanna Zinghellini
 
 

SCENEGGIATORE

De Benedetti, Aldo
 
 

MONTAGGIO

Serandrei, Mario
 

SCENOGRAFIA

Scotti, Ottavio

TRAMA

Stefano s'innamora di Maria, graziosa merciaia di un paesello d'alta montagna, che una notte l'ha salvato dalle guardie. Rimesso sulla buona strada, Stefano emigra nel Canada e dopo qualche tempo, avendo trovato un lavoro ben retribuito, decide di sposare per procura Maria. Il giorno stesso in cui s'è celebrato il matrimonio, Maria apprende che sua sorella minore, Lisetta, è stata sedotta e attende un bambino. Nel suo imbarazzo, Maria si rivolge ad una vecchia contessa, che crede sua protettrice. Maria non sa che il seduttore di sua sorella è proprio il nipote della contessa. Quest'ultima fa partire il nipote per il Brasile ed affida Lisetta ad una megera, che, per suo ordine, abbandona il neonato in un confessionale. Informatane, Maria si precipita nella lontana chiesetta dove, creduta la madre dell'innocente, viene arrestata e condannata ad un anno di carcere per abbandono d'infante. Avendo appreso la sua condanna, Stefano domanda ed ottiene l'annullamento del matrimonio. Intanto Lisetta è morta: quand'esce di pigione, Maria prende con sé l'orfano della sorella, Nino, al quale ella provvede col suo lavoro. Passano dodici anni, Stefano che nel frattempo è arricchito, torna in Italia. Egli cerca Maria, la trova ammalata e apprende tutta la verità. In un rinnovamento di amore i due si riuniscono: Nino sarà il loro caro figliolo.

CRITICA

"E' un drammone romantico-sentimentale che, malgrado la sua intrinseca debolezza, potrà interessare pubblici non molto esigenti." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 32, 1952)

Trova Cinema

Box office
dal 6 al 9 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  3.080.987
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 2. Dolittle  2.016.854
  3. 3. 1917  1.523.182
  4. 4. Figli  832.589
  5. 5. Jojo Rabbit  659.679
  6. 6. Il diritto di opporsi  548.856
  7. 7. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  498.415
  8. 8. Piccole Donne  371.689
  9. 9. Judy  311.881
  10. 10. Underwater  249.313

Tutta la classifica