SCHEDA FILM

Canzone di primavera

Anno: 1950 Durata: 89 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:COMMEDIA, DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:ZEUS FILM

Distribuzione:ZEUS (1951) - REGIONALE

TRAMA

Rosetta, nipote di Pippo, proprietario della trattoria sull'isolotto del Tevere, è innamorata di Mario, un giovane compositore. Ma i sentimenti della nipote non si accordano con i progetti dello zio Pippo, che vorrebbe fidanzare Rosetta con il figlio di un armatore genovese. La causa degli innamorati ha però due strenui sostenitori: Nino, amico di Mario, e Maria, amica di Rosetta, che, anche loro fidanzati, cercano di aiutare gli amici come possono. Nino, che fa il cicerone per conto d'una società turistica, conosce due attrici cinematografiche americane, venute in Italia per girare un film e presenta loro Mario. La più giovane, Evi, prova da subito una gran simpatia per il musicista e promette di aiutarlo a farsi strada. Rosetta però ne è gelosa e per rivalersi si lascia corteggiare, durante una festa, dal figlio dell'armatore. Mario credendosi tradito, decide di partire con Evi per l'America. Quando Rosetta, spalleggiata da Nino e da Maria, cerca di fargli capire che il sentimento che Evi prova per lui è soltanto un capriccio passeggero, Mario si ribella e tratta male la sua innamorata. Rosetta, presa dallo sconforto, si getta nel Tevere, ma viene salvata. Mario intanto ha avuto modo d'accertare l'inconsistenza dei sentimenti di Evi e colpito dal gesto disperato di Rosetta, torna a lei per farsi perdonare.

CRITICA

"Commediola brillante (ma non troppo) e piuttosto sdolcinatella. Il tutto potrebbe anche reggersi se non si fosse ecceduto in un certo sapore 'casareccio' che non giova al film. Forse questa impressione viene dal fatto che raramente i nostri artisti hanno lavorato tanto male (...). Un commento musicale da banda di paese e brutta la canzone dominante". (Anonimo, "Intermezzo", supplemento n. 16 del 10 settembre 1951). "Il lavoro, che ricalca noti schemi, ha scarso interesse. Buona la fotografia." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 29, 1951)

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica