SCHEDA FILM

Bravissimo

Anno: 1955 Durata: 95 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:COMICO, COMMEDIA

Regia:-

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:GIANNI HECHT LUCARI PER DOCUMENTO FILM

Distribuzione:LUX FILM - MONDADORI VIDEO (IL GRANDE CINEMA)

TRAMA

Il maestro elementare Ubaldo Impallato, che non riesce ad ottenere un posto stabile, si arrangia alla meglio facendo una specie di doposcuola per i ragazzi del quartiere. Un giorno però, il padre di Gigetto, un ragazzo che gli è stato affidato, viene arrestato e condannato a due anni di carcere come falsario. Impallato si rivolge ai parenti del piccino, che è orfano di madre, ma quelli non vogliono saperne del figlio del "galeotto" e Impallato è costretto a tenerlo con sé, dividendo con lui il poco pane che ha. Ma un giorno Impallato fa una scoperta strabiliante: Gigetto ha una stupenda voce di baritono, cosa rarissima in un ragazzo. Con infinita pazienza Impallato si dedica al compito di istruire Gigetto, educando la sua voce, finché può presentarlo ad un impresario, che paga a peso d'oro lo sfruttamento esclusivo delle facoltà canore del grande, piccolo baritono. Un'esibizione alla TV spinge i parenti di Gigetto a darsi da fare per impadronirsi del ragazzo; ma Gigetto, capendo che i suoi parenti vorrebbero soltanto sfruttarlo, fugge alla vigilia del suo debutto. Essendosi buscato una forte infreddatura, deve venir sottoposto all'asportazione delle tonsille: perde così la sua voce baritonale, riacquistando la sua voce normale di ragazzo. Ora nessuno vuol più saperne di lui, neanche Impallato, che ha ottenuto finalmente il posto di maestro di ruolo. Ma poi, disgustato dal contegno dei parenti del piccino, vedendo che Gigetto gli è sinceramente affezionato, Impallato decide di tenerlo con sé.

CRITICA

"Più che sulla trovata della voce baritonale - rapidamente esaurita - il film si appoggia sull'intreccio di egoismi, di vanità, di contrattempi e di equivoci che regolano la vicenda e sulla esilarante esuberanza di Alberto Sordi (...). La regia di Luigi Filippo D'Amico, agile e scorrevole, colorita, sa abilmente sfruttare le divertenti risorse del soggetto." (Ennio Contini, 'Il Messaggero', 22 dicembre 1955).

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica