SCHEDA FILM

Billy il bugiardo

Anno: 1963 Durata: 97 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:COMMEDIA

Regia:John Schlesinger

Specifiche tecniche:CINEMASCOPE

Tratto da:romanzo di Keith Waterhouse; testo teatrale di Willis Hall e Keith Waterhouse

Produzione:JOSEPH JANNI PER VIC FILMS/WATERHALL PRODUCTIONS

Distribuzione:GLOBE FILMS INT

ATTORI

Tom Courtenay nel ruolo di Billy Fisher
Julie Christie nel ruolo di Liz
Wilfred Pickles nel ruolo di Geoffrey Fisher
Mona Washobourne nel ruolo di Alice Fisher
Ethel Griffies nel ruolo di Nonna Florence
Finlay Currie nel ruolo di Duxbury
Rodney Bewes nel ruolo di Arthur Crabtree
Anna Wing nel ruolo di Mrs. Crabtree
Leslie Randall nel ruolo di Danny Boon
Leonard Rossiter nel ruolo di Shadrack
Gwendalyn Watts nel ruolo di Rita
Elaine Stevens nel ruolo di Segretaria di Danny
George Innes nel ruolo di Eric Stamp
Helen Fraser nel ruolo di Barbara
Ernest Clark nel ruolo di Direttore prigione
Patrick Barr nel ruolo di Ispettore MacDonald
Lester Leght nel ruolo di Capo del complesso
Godfrey Winn nel ruolo di Disc-Jockey
George Ghent nel ruolo di Pubblicitario
Douglas Clarke nel ruolo di Militare
Jack Cunningham nel ruolo di Controllore
Flo Fallows nel ruolo di Prima prostituta
Alice Woods nel ruolo di Seconda prostituta
 
 

MONTAGGIO

Cherrill, Roger
 

SCENOGRAFIA

Simm, Ray

TRAMA

Billy Fisher, un modesto impiegato di provincia, ama rifugiarsi in un suo mondo fantastico nel quale, immaginando d'esser di volta in volta un celebre personaggio, vive straordinarie avventure. In casa i suoi parenti lo considerano uno sfaccendato, in ufficio è altrettanto malvisto dai suoi superiori, che finiranno col licenziarlo. Ben due ragazze credono di essere ufficialmente fidanzate con lui. In realtà Billy ne ama una terza: Liz, la sola che mostri di comprenderlo e che, fidando nel suo talento, gli propone di recarsi con lei a Londra per tentare la fortuna. Billy accetta, ma al momento di partire il coraggio lo abbandona. L'idea di affrontare la realtà concreta lo spaventa: preferisce tornare alla sua squallida vita quotidiana ed al suo illusorio mondo di fantasia.

CRITICA

"L'originale racconto è condotto con grande abilità e si avvale di gustose trovate e di un dialogo ricco di humor. Nel finale l'autore abbandona il tono umoristico e riesce a portare la vicenda senza provocare squilibri di tono, in un clima di dolorosa umanità. Efficace l'interpretazione". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 55, 1964)

Trova Cinema

Box office
dal 19 al 22 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica