SCHEDA FILM

Bellezze in bicicletta

Anno: 1951 Durata: 95 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:ROMANTICO

Regia:Carlo Campogalliani

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:ALESSANDRO DI PAOLO PER EDIC (EDIZIONE DISTRIBUZIONE ITALIANA CINEMATOGRAFICA)

Distribuzione:EDIC - FONIT CETRA VIDEO - GRUPPO EDITORIALE BRAMANTE

ATTORI

Silvana Pampanini nel ruolo di Silvana
Delia Scala nel ruolo di Delia
Franca Marzi nel ruolo di Maria
Peppino De Filippo nel ruolo di Il ladro
Renato Rascel nel ruolo di Il figlio del meccanico
Aroldo Tieri nel ruolo di Aroldo, fidanzato di Delia
Virgilio Riento nel ruolo di Il padre di Marco
Renato Valente nel ruolo di Giulio
Carlo Ninchi nel ruolo di L'impresario
Carlo Croccolo nel ruolo di Pinozzo
Luigi Pavese nel ruolo di Il radiocronista
Arnoldo Foà nel ruolo di Il sergente
Nerio Bernardi nel ruolo di L'ufficiale medico
Nico Pepe nel ruolo di Addetto cucina
Dante Maggio nel ruolo di Altro ladro
Carlo Romano nel ruolo di Darelli, direttore della fabbrica di bici
Amedeo Trilli
Amina Pirani Maggi
Dino Valdi
Domenico Serra
Elvio Calderoni
Ignazio Balsamo
Lita Perez
Mara Morgan
Oscar Andriani
Totò Mignone
Vittorio Duse
 

MUSICHE

Escobar, Amedeo
 

MONTAGGIO

Tropea, Fernando
 

SCENOGRAFIA

Montori, Alfredo

TRAMA

Due ballerine, Silvana e Delia, partono in pullman per Milano, per raggiungere la compagnia di Totò. Ad un certo punto il pullman deve interrompere il viaggio a causa di un blocco stradale: un giovanotto, Giulio, invita le due ragazze a salire nella sua auto, diretta a Bologna. Le due accettano con riconoscenza, ma durante il viaggio, Giulio tenta di baciare Silvana. Questa si ribella e scende insieme all'amica. Ospitate in una casa di campagna, ne fuggono durante la notte, credendo a torto d'esser cadute nelle mani d'un feroce delinquente. La mattina seguente, arrivate in un paese, credono d'aver raggiunto la compagnia di Totò; ma non è il vero Totò, bensì un imitatore. La mistificazione provoca, la sera, uno scandalo e le ragazze sono costrette a fuggire con indosso soltanto i costumi succinti da ballerine. Con la complicità d'un ingenuo soldatino si introducono in una caserma e ne fuggono la mattina dopo. Mentre proseguono il loro viaggio su due biciclette prese a nolo, vengono raggiunte da Giulio, col quale fanno la pace. Dopo altre strane avventure, giungono sempre in bicicletta a Bologna. Qui partecipano ad una corsa pubblicitaria, che vincono, conquistando un vistoso premio ed il cuore dei rispettivi fidanzati.

CRITICA

"Se tutto il film si fosse mantenuto sullo stesso ritmo del primo tempo, sarebbe stato un piccolo capolavoro. Ci sono un brio ed una ricerca intelligente di "gags" che non abbiamo riscontrato in altre pellicole; c'è una logica, il che, anche per un film brillante è indubbiamente un pregio. Ci sono due nostre giovani attrici che hanno dato veramente prova di maturità (...). Nel secondo tempo c'è infelice episodio di Maggio e Peppino De Filippo, che avrebbe dovuto essere sforbiciato senza pietà." (E. Fecchi, "Intermezzo", N. 5, 15 marzo 1951). "Il lavoro non ha pretese artistiche, ma, condotto con brio, è animato dalla recitazione di valenti artisti della rivista e del teatro comico." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 29, 1951)

Trova Cinema

Box office
dal 18 al 21 luglio

Incasso in euro

  1. 1. Arrivederci professore  515.484
    Arrivederci professore

    Quando Richard, professore universitario di mezz'età, scopre di avere un cancro allo stadio terminale, decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale ...

  2. 2. Pets 2 - Vita Da Animali  478.576
  3. 3. Aladdin  370.377
  4. 4. La Bambola Assassina  302.746
  5. 5. X-Men: Dark Phoenix  283.069
  6. 6. Il traditore  145.432
  7. 7. I morti non muoiono  137.394
  8. 8. Rapina a Stoccolma  95.631
  9. 9. Godzilla 2  91.006
  10. 10. Il grande salto  54.683

Tutta la classifica