Bambole russe2005

SCHEDA FILM

Bambole russe

Anno: 2005 Durata: 123 Origine: FRANCIA Colore: C

Genere:COMMEDIA, SENTIMENTALE

Regia:CÚdric Klapisch

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:-

Produzione:BRUNO LEVY PER CE QUI ME MEUT MOTION PICTURES, LUNAR FILMS

Distribuzione:BIM

ATTORI

Romain Duris nel ruolo di Xavier
CÚcile de France nel ruolo di Isabelle
Audrey Tautou nel ruolo di Martine
Kelly Reilly nel ruolo di Wendy
Kevin Bishop nel ruolo di William
A´ssa Mńiga nel ruolo di Kassia
Lucy Gordon nel ruolo di Celia Shelton
FrÚdÚrique Bel nel ruolo di Barbara
Irene MontalÓ nel ruolo di Neus
Gary Love nel ruolo di Edward
Martine Demaret nel ruolo di Madre di Xavier
Pierre Cassignard nel ruolo di Platane
Olivier Saladin nel ruolo di Gerard
Pierre Gerald nel ruolo di Nonno
Zinedine Soualem nel ruolo di Sig. Boubaker
Helene Medigue nel ruolo di Sig.ra Vanpeteguem
Agathe Robilliard
Amanda Boxer nel ruolo di Madre di William e Wendy
Barnaby Metschurat nel ruolo di Tobias
Bernard Haller
Carole Franck nel ruolo di Produttrice Tv
Catherine Lebegue
CÚdric Klapisch nel ruolo di Uomo sul Tgv
Christian Pagh nel ruolo di Lars
Cristina Brondo nel ruolo di Soledad
Fatiha Cheriguene
Federico D'Anna nel ruolo di Alessandro
Florence D'Azemar
Igor Gusev nel ruolo di Padre di Natacha
Jake Canuso nel ruolo di Miguel
Julie Durand nel ruolo di Juliette
Julien Gueris nel ruolo di Jean-Edouard
Julien Hans Di Capua
Lannick Gautry nel ruolo di Snowboarder
Laura Weissbecker nel ruolo di Odile
Nicholas Day nel ruolo di Padre di William e Wendy
Nicolas Brianšon nel ruolo di Regista della serie
Robert Plagnol nel ruolo di Autore della serie
Yelena Solovyova nel ruolo di Madre di Natacha
 
 

SCENEGGIATORE

Klapisch, CÚdric
 

MONTAGGIO

Sandberg, Francine
 

SCENOGRAFIA

Cheminal, Marie
 

COSTUMISTA

Schotte, Anne
 

TRAMA

Xavier e il gruppo di coinquilini dell' 'Appartamento spagnolo' si ritrovano dopo cinque anni in occasione del matrimonio di uno di loro. E saranno proprio gli amici ad aiutare l'aspirante scrittore Xavier a mettere ordine nella sua vita lavorativa e sentimentale divisa tra Londra, Parigi e San Pietroburgo...

CRITICA

"Al regista CÚdric Klapisch importa pi¨ la globalizzazione dei sentimenti che quella economica. Avverte il suo eroe dell'usa e getta, lo sfacciato Xavier dell''Appartamento spagnolo' che non si pu˛ continuare incastrando ragazze da bamboline russe. (...) Meno vero e ispirato del primo film sull'Erasmus, il sequel Ŕ borghese e banale, va andata e ritorno tra Parigi, Londra, Pietroburgo, facendo il verso a Truffaut che amava le donne: gag prevedibili, ripicche e sconforti dal tinello alla camera alle scale. Scompare la paura del futuro, l'angoscia del lavoro, tutto finisce a letto, non si piange e non si ride. DÚja vu, giÓ dato." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 29 ottobre 2005) "Il personaggio di Xavier fa un po' da filo conduttore assumendosi spesso il ruolo, anche buffo, di voce narrante, mentre attorno gli si avvicendano gli altri personaggi non pi¨ nel chiuso di un appartamento di vacanza ma, addirittura, su e gi¨ per l'Europa, fino, appunto, a San Pietroburgo e, dato che ci sono, anche a Mosca. Con una indubbia vitalitÓ di situazioni e di caratteri, in cifre che tendono spesso a sfiorare l'umorismo anche quando, ora sospiroso ora invece aggressivo, si fa avanti l'amore come tema da non dimenticare. Tra gli interpreti si impone di nuovo Romain Duris come Xavier, ora comico ora triste; con misura. Lo affiancano, ancora una volta, quelli dell?Appartamento spagnolo." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 4 novembre 2005) "Il film Ŕ movimentato, accelerato: moltiplica i giochetti giÓ in uso nel precedente (schermo suddiviso, accelerazione), si dÓ un tono spensierato e un po' cinico. Sotto la buccia, per˛, la polpa Ŕ pi¨ amara. L'Europa si Ŕ dilatata, ma i suoi abitanti hanno perduto qualsiasi carattere nazionale: sono tutti uguali. Come sono uguali, appunto, gli amori, ovunque e a tutte le etÓ. Ci s'incontra, ci si ama, si esita; poi ci si lascia, ci si rimpiange, si ama qualcun altro. Amori che non saranno mai quel che avremmo voluto e che ci depositano dentro una malinconia, una nostalgia indefinita. Mentre la vita fugge via, quasi alla chetichella."(Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 4 novembre 2005)

Trova Cinema

Box office
dal 7 al 10 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la cittÓ perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica