SCHEDA FILM

Avik e Albertine

Anno: 1992 Durata: 104 Origine: GRAN BRETAGNA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:-

Specifiche tecniche:SCOPE

Tratto da:-

Produzione:TIM BEVAN, VINCENT WARD

Distribuzione:PENTA DISTRIBUZIONE (1994) - CECCHI GORI HOME VIDEO

TRAMA

Nel 1930 l'ufficiale dell'aviazione inglese Walter Russel, giunto in un villaggio eschimese per fare rilevamenti, accortosi che il piccolo Avik ha la tubercolosi lo porta al sanatorio di Montreal, dove il ragazzo, che ha sangue bianco da parte di padre, un baleniere, fa amicizia con una ragazza, Albertine, figlia di un cercatore d'oro pellerossa e di una bianca. I due meticci sono inseparabili, con grande disappunto della insegnante, la suora Banville ed Avik giunge a sottrarre la radiografia dei polmoni dell'amichetta, che conserva gelosamente quando Albertine viene trasferita, con sua disperazione, ad Ottawa. Dopo molti anni, durante la seconda guerra mondiale, ritrovato Walter, in Artico per una missione segreta per la RAF, Avik manda la radiografia ad Albertine, anch'essa arruolata come analista fotografica, tramite Walter. Giunto in Inghilterra, dopo essersi arruolato come aviatore, Avik scopre con grande disappunto che Albertine si è innamorata di Walter. Tuttavia Albertine cerca di incontrarsi con Avik e, in un pittoresco appuntamento sul tetto della Albertal Hall, i due scoprono di amarsi. Ma il loro amore viene interrotto dall'ultima missione straordinaria dell'aviatore eschimese: il terribile bombardamento su Dresda, dove viene abbattuto ma si salva paracadutandosi. Non rivedrà più Albertine, ma la figlia, nata dalla sua breve relazione con la donna, viene a trovarlo vent'anni dopo per invitarlo al suo matrimonio. Ma Avik rifiuta: sempre più dipendente all'alcool e preda dei suoi ricordi, finisce con la motoslitta su un blocco di ghiaccio galleggiante che affonda con lui, mentre sogna la figlia in abito bianco e l'amata Albertine che gli sorride.

CRITICA

"Nella seconda parte la storia si fa esageratamente losca pur cercando di apparire nei termini d'un'amorosa e candida moralità. Innanzitutto l'amore tra Avik e Albertine, un'Anne Parillaud di età indefinibile, più che impossibile diventa imbarazzante. Insomma non c'é riconoscenza verso il salvatore, i due arrivano a far l'amore sulla groppa d'un dirigibile! L'esploratore, poi, di cui tutti ci saremmo fidati a occhi chiusi, racconta che vuol radere al suolo Dresda solo perché una ragazza tedesca una decina di anni prima gli aveva detto che faceva male l'amore. Ed è proprio nella piazza principale di Dresda in fiamme che Avik cade con il suo paracadute ecc. ecc. Ritornerà al Polo, dove nessuno naturalmente crederà ai suoi racconti. Neppure noi, che li abbiamo visti." ('L'Informazione', 20 settembre 1994)

Trova Cinema

Box office
dal 11 al 14 luglio

Incasso in euro

  1. 1. Arrivederci professore  515.484
    Arrivederci professore

    Quando Richard, professore universitario di mezz'età, scopre di avere un cancro allo stadio terminale, decide di rivoluzionare la sua vita e godersi a pieno il tempo che gli rimane. La sua complicata relazione sentimentale ...

  2. 2. Pets 2 - Vita Da Animali  478.576
  3. 3. Aladdin  370.377
  4. 4. La Bambola Assassina  302.746
  5. 5. X-Men: Dark Phoenix  283.069
  6. 6. Il traditore  145.432
  7. 7. I morti non muoiono  137.394
  8. 8. Rapina a Stoccolma  95.631
  9. 9. Godzilla 2  91.006
  10. 10. Il grande salto  54.683

Tutta la classifica