Anni ruggenti1962

SCHEDA FILM

Anni ruggenti

Anno: 1962 Durata: 110 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:COMICO, COMMEDIA

Regia:Luigi Zampa

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:-

Produzione:ACHILLE PIAZZI PER SPA CINEMATOGRAFICA, INCEI FILM

Distribuzione:INCEI

ATTORI

Nino Manfredi nel ruolo di Omero Battiferri
Gino Cervi nel ruolo di Salvatore Acquamano
Salvo Randone nel ruolo di Medico antifascista
Michèle Mercier nel ruolo di Elvira, la maestra
Gastone Moschin nel ruolo di Carmine Passante
Rosalia Maggio nel ruolo di Donna Nunzia
Linda Sini nel ruolo di Elsa
Dolores Palumbo nel ruolo di Signora De Vincenzi
Françoise Prévost nel ruolo di La figlia del medico
Angela Luce nel ruolo di Rosa De Bellis
Giuseppe Ianigro nel ruolo di Nicola De Bellis
Mario Pisu nel ruolo di Peppino, gerarca romano
Alfredo Rizzo
Anita Durante
Antonietta Esposito
Carla Calò
Enzo Petito
Fanfulla
Gaetano Morino
Giulio Marchetti
Lino Crispo
Livia Grazioli
Mara Maiello
Mario Passante
Massimo Marchetti
Nunzia Fumo
Ruggero Pignotti
Totò Ponti
 

MUSICHE

Piccioni, Piero
 

MONTAGGIO

Da Roma, Eraldo
 

SCENOGRAFIA

Poletto, Piero
 

COSTUMISTA

Mirisola, Lucia

TRAMA

1937. Omero è un giovane assicuratore che crede nel fascismo. Durante i suoi giri capita in una cittadina del meridione dove il podestà è stato informato, da un compiacente amico romano, che un gerarca arriverà in incognito da Roma per un'ispezione segreta. I dirigenti credono di vedere in quel giovane il gerarca mandato ad indagare sulle loro malefatte. Omero non si accorge dell'equivoco, continua a svolgere il lavoro di assicuratore, visitando i più abbienti, informandosi dei loro redditi, delle loro proprietà e confermando la sua "vera" identità di "diabolico" ispettore. Lo zelo del podestà e del segretario politico gli ammannisce uno spettacolo addomesticato di ordine, benessere e spirito fascista, che rafforza la fede di Omero nel regime. L'assicuratore conosce anche gli antifascisti locali, mormoratori, resi più cauti dalla presenza in paese di un "gerarca". Tra loro, però, c'è un medico, destituito dalla carica di direttore dell'ospedale, che gli fa vedere quello che si nasconde dietro la facciata: imbrogli, speculazioni e soprusi. Anche se, nel frattempo, Omero si è innamorato della figlia del podestà, la sua fiducia comincia a vacillare. Quando l'equivoco si chiarisce, tutti si allontanano da lui, anche la figlia del podestà. Mentre arriva il gerarca vero, fatto della stessa pasta del podestà e soci, con i quali infatti si intende subito, Omero riparte.

CRITICA

"Non è facile fare un film sul fascismo [...] ne ricordiamo uno, abbastanza riuscito, 'Anni difficili' dello stesso Zampa, ma questo, proprio, non ci convince [...], pecca di superficialità, specialmente per ciò che riguarda la psicologia dei personaggi. [...] Ma ciò che maggiormente manca [...] è la dimensione storica. Cosa non da poco. [...] Battutine umoristiche, situazioni comiche. [...] Fortunatamente non si respira aria qualunquistica, o almeno così ci è parso". (C. Terzi, "Avanti", 26 aprile 1962).

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica