Anastasia mio fratello ovvero il presunto capo dell'Anonima Assassini1973

SCHEDA FILM

Anastasia mio fratello ovvero il presunto capo dell'Anonima Assassini

Anno: 1973 Durata: 122 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:DRAMMATICO

Regia:Steno

Specifiche tecniche:PANORAMICA EASTMANCOLOR

Tratto da:liberamente ispirato al libro di Salvatore Anastasia

Produzione:GIANNI HECHT LUCARI PER DOCUMENTO FILM

Distribuzione:CEIAD

ATTORI

Alberto Sordi nel ruolo di Don Salvatore Anastasia
Richard Conte nel ruolo di Alberto Anastasia
Edoardo Faieta nel ruolo di Sonny Boy
Luciano Pigozzi nel ruolo di Pasquale
Thomas Chu nel ruolo di Il cinese
Franco Angrisano nel ruolo di Il commissario De Felice
Feodor Chaliapin Jr. nel ruolo di Frank Costello
Henry Ferrentino
Joseph Anile
Maria Tedeschi
Nello Caruso
Ugo Carboni
Umberto Travagli
 
 

MUSICHE

Piccioni, Piero
 

MONTAGGIO

Crociani, Raimondo
 

SCENOGRAFIA

Filippone, Piero
 

COSTUMISTA

Parmesan, Bruna

TRAMA

Don Salvatore Anastasia lascia la Calabria e si reca a New York dove suo fratello Alberto vive da alcuni anni. Accolto con grande rispetto e affidato al controllo di Sonny Boy, la guardia del corpo di suo fratello, Salvatore viene immediatamente assunto da don Michele come viceparroco della Parrocchia di S. Lucia a Little Italy. L'ingenuo sacerdote crede che il successo raggiunto e la stima di cui si sente circondato siano dovuti alle proprie doti personali e non tarda a mettersi nei guai. Infatti la sua scoperta e la franca denuncia degli imbrogli nascosti dietro una lotteria, costringono don Gennaro, boss della "Mamma Oil", a tentare l'eliminazione dell'incauto don Salvatore, che si salva grazie all'intervento di suo fratello. Quando Alberto, presunto capo della "Anonima Assassini", viene processato e condannato per evasione fiscale dalla Commissione Kefauver, il successo di don Salvatore finisce. All'uscita del carcere, Alberto viene assassinato e a don Salvatore non resta che tornare in Italia, convinto che le accuse mosse al fratello siano soltanto una iniqua reazione di avversari politici, gelosi della sua potenza nel sindacato.

CRITICA

"(...) Nonostante l'impegno della stesura - il copione è deliberatamente strumentalizzato in funzione esclusiva di Sordi, ma è scritto con buona tenuta professionale - e la cura con cui il film è stato girato in esterni americani e poi arricchito con attendibili voci italo-americane (cura linguistica insolita nel nostro frettoloso doppiaggio solitamente cinico in materia linguistica), 'Anastasia mio fratello' rimane un po' fragile veicolo di fragile comicità, una continua strizzatina di Sordi al suo pubblico più affezionato, ed anche più indulgente, pago di vederlo svolazzare in talare e in 'clergyman' e di udire nella colonna sonora i suoi fatidici vocalizzi in farsetto romanesco." (Claudio G. Fava, 'Corriere Mercantile0, 12 ottobre 1973).

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 febbraio

Incasso in euro

  1. 1. Odio l'estate  1.808.586
    Odio l'estate

    Le regole per una vacanza perfetta: non si parte senza il canotto, non si parte senza il cane, ma soprattutto non si prenota la stessa casa. Aldo Giovanni e Giacomo partono per le vacanze estive, non si conoscono e non potr...

  2. 3. Dolittle  1.166.938
  3. 4. 1917  884.656
  4. 5. Jojo Rabbit  390.036
  5. 6. Il diritto di opporsi  334.445
  6. 7. Figli  333.612
  7. 8. Parasite  333.065
  8. 9. Judy  184.691
  9. 10. Me contro te il film - La Vendetta del Signor S  174.524

Tutta la classifica