Amici per la pelle1955

SCHEDA FILM

Amici per la pelle

Anno: 1955 Durata: 94 Origine: ITALIA Colore: B/N

Genere:AVVENTURA

Regia:Franco Rossi

Specifiche tecniche:-

Tratto da:-

Produzione:CINES

Distribuzione:DIANA CIN.CA

ATTORI

Andrea Scirè nel ruolo di Franco
Geronimo Meynier nel ruolo di Mario
Vera Carmi nel ruolo di Madre di Mario
Luigi Tosi nel ruolo di Padre di Mario
Carlo Tamberlani nel ruolo di Console Petrocinetti, padre di Franco
Paolo Ferrara nel ruolo di Professor Martinelli
Marcella Rovena nel ruolo di Insegnante d'inglese
Leonilde Montesi nel ruolo di Insegnante di latino
Ignazio Leone nel ruolo di Professore di ginnastica
Maria Chiara Bettinali nel ruolo di Margherita
Angelo Bizzoni
Cesare Ciucchi
Emilio Telve
Giancarlo Margheriti
Giancarlo Tiburzi
Isabella Nobili
Renata Bousquet
Roberto Illuminati
Vittorio Casali
 

MUSICHE

Rota, Nino
 

MONTAGGIO

Colangeli, Otello
 

SCENOGRAFIA

Lolli, Franco
 

COSTUMISTA

Baroni, Maria

TRAMA

Dopo uno scontro iniziale, Mario e Franco, alunni di 3ª media, stringono amicizia. Mario appartiene ad una famiglia della piccola borghesia e prova ammirazione per il compagno che è figlio di un diplomatico, ha viaggiato molto e vive in un grande albergo. Franco, che è orfano di madre, comincia a frequentare la famiglia dell'amico e a sua volta ammira Mario perché più spigliato e sicuro di sé. Quando il padre di Franco viene trasferito e si prepara a partire, Mario chiede all'amico di rimanere a Roma, ospite della sua famiglia. Così resta stabilito, ma quando Franco, durante una gara scolastica, lo batte, Mario ha un'aspra reazione e mette in ridicolo l'amico di fronte ai compagni di scuola. Franco, colpito nella sua sensibilità e indignato per il comportamento dell'amico, decide improvvisamente di partire col padre. Mario lo raggiunge all'aeroporto. Franco lo perdona, ma non ritorna sulla sua decisione e lascia Mario a piangere da solo mentre si allontana verso l'aereo.

CRITICA

"[...] il regista ha saputo trovare un linguaggio semplice e nitido, particolarmente adatto al pubblico giovane a cui si rivolge. All'attivo del film va messa la buona interpretazione dei ragazzi al centro della vicenda [...]. La recitazione dello Scirè è ottima [...]. La figura di Franco, infatti [...] è l'unica che non rimane nel generico, ma balza fuori abbastanza viva dalla convenzionale vicenda [...]". (Luigi Chiarini, "Panorama del Cinema Contemporaneo" - 1954/1957) "Il film possiede brio e scioltezza sufficienti per piacere unitamente a pubblici di ragazzi e di adulti: i primi potranno rimanere interessati dall'ambientazione e dal comportamento dei piccoli protagonisti; i secondi potranno apprezzare l'accuratezza dei dettagli psicologici che danno vita all'azione. Quanto all'interpretazione, lo Scirè risulta più disinvolto e corretto, mentre il Meyner appare talvolta artificioso. La regia è sempre attenta e sensibile; buona la fotografia". ("Segnalazioni cinematografiche", vol. 38, 1955).

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica