Amatemi2005

SCHEDA FILM

Amatemi

Anno: 2005 Durata: 85 Origine: ITALIA Colore: C

Genere:COMMEDIA, DRAMMATICO

Regia:Renato De Maria

Specifiche tecniche:35 MM

Tratto da:-

Produzione:ROBERTO E MATTEO LEVI PER TANGRAM FILM, MIKADO FILM, RAI CINEMA

Distribuzione:MIKADO

ATTORI

Isabella Ferrari nel ruolo di Nina
Pierfrancesco Favino nel ruolo di Claudio
Donatella Finocchiaro nel ruolo di Giulia
Branko Djuric nel ruolo di Drazen
Marco Giallini nel ruolo di Uomo trasandato
Giampaolo Morelli nel ruolo di Istruttore jogging
Marco Cocci nel ruolo di Davide
Camilla Filippi nel ruolo di Camilla
Max Mazzotta nel ruolo di Portiere Albergo
Iaia Forte nel ruolo di Roberta
Valerio Mastandrea
Tommaso Ragno nel ruolo di Angelo
Mino Manni nel ruolo di Sconosciuto
Paolo Calabresi nel ruolo di Direttore commerciale
Fabrizio Rogano nel ruolo di Windsurfer
Bruno Torrisi nel ruolo di Cameriere
Leonardo Treviglio nel ruolo di D.J. Tequila
Albertina Malferrari
Caterina Silva
Daniele Sinigallia
Dany Greggio
Fred Kuwomu
Margherita Rami
Monica Dugo
Paolo Casiraghi
Raffaella Del Rosario
Roberto Matteoni
Stefano Questorio
Valerie Erken
 

MONTAGGIO

Quadri, Jacopo
 

SCENOGRAFIA

Basili, Giancarlo
 

TRAMA

La 35enne Nina viene lasciata dal marito dopo 15 anni di matrimonio. Dopo un periodo di solitudine e disperazione, il giorno del suo compleanno Nina trova la forza di reagire. Getta nello scarico del rubinetto la fede e nella spazzatura tutto ciò che le ricorda il marito, va dal parrucchiere, dall'estetista e riempie il suo guardaroba di abiti sexy. L'incontro con uno sconosciuto sarà decisivo per l'inizio di una serie di relazioni che la condurranno verso la riscoperta della propria sessualità e, progressivamente, di se stessa...

CRITICA

"Come si riconosce un film italiano d'autore? Dal karaoke. Ossia dalla scena cruciale - arriva sempre, puoi giurarci - con il (o la) protagonista che guidando l'auto piglia a cantare a squarciagola su un motivetto alla radio. In 'Amatemi' accade due volte. (...) Modelli: Antonioni, Zurlini e Truffaut. Cast simpatico, ma la sophisticated comedy resta un po' nelle intenzioni." (Michele Anselmi, 'Il Giornale', 3 giugno 2005) "Non è molto né dal punto di vista narrativo, né come costruzione di una psicologia. Non si può, però, non dare atto a Renato De Maria di aver messo con una certa efficacia l'accento sul disagio di una donna che percorre un difficile itinerario per ritrovare un'accettazione della vita e la formula migliore per imparare a viverla. Non tutto è espresso in modo convincente e le molte figure maschili che via via si inseriscono nel tragitto della protagonista non hanno una vera compiutezza, però quel piccolo dramma sentimentale ha proporzioni plausibili e la cornice che l'accoglie - un centro commerciale dove Lina è impiegata - ha il suo giusto peso, con le scenografie asettiche e le sue luci metalliche, in una vicenda che tende a proporsi quasi in luoghi astratti. Isabella Ferrari, al centro, sciorina con abilità tutta la gamma del suo travaglio. Senza cedimenti". (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 3 giugno 2005) "In 'Amatemi' Renato Di Maria sceglie la commedia 'moderata': né troppo comico né troppo graffiante, modulazione di una canzonetta romantica con garbo - c'è nella colonna sonora Riccardo Sinigallia - sui set iperrealisti della metropoli adriatica. (...) Viene da pensare che l'orizzonte del desiderio femminile come maschile è un po' ristretto per lo stesso De Maria che firma la sceneggiatura insieme a Francesco Piccolo, nome di punta nel pool degli sceneggiatori che formattano il cinema italiano su formule 'da pubblico'. Un metodo cui 'Amatemi' è un esempio compiuto. Peccato perché De Maria ci aveva davvero incantati per humour e irriverenza ai tempi del suo primo film 'Il trasloco', ovvero gli anni 70 a Bologna e in Italia con verità leggiadra di immaginari che mai era accaduto di vedere. Un talento che a tratti entra in questo 'Amatemi' sempre però ingabbiato dalle regole produttive, a cui sacrificare gioco, sensualità, divertimento di mercato. Dove anche facce di talento - nel cast c'è tutto il cinema italiano - non si saprà mai se ce l'hanno messo davvero il talento. Mentre le intuizioni del regista finiscono per soffocare senza libertà." (Cristina Piccino, 'Il Manifesto', 3 giugno 2005) "Renato De Maria con il suo 'Amatemi' scommette, vincendo, su una prova d'attrice. Isabella Ferrari torna dopo cinque anni al cinema e regala a Nina la malinconica tenerezza della donna sola, i colori vividi della rinascita emozionale, la sfrontatezza della seduzione senza preclusioni. Le frenate del film sono segnate dal suo stesso percorso; l'andamento è scostante quando invece richiederebbe una uniformità di stile e di atmosfere. Gustose le due sequenze con Marco Giallini dal sapore musical-trash che rispolverano pezzi d'annata come 'Odio l'estate' e 'Tanta voglia di lei'. Perfetto il cameo di Valerio Mastandrea." (Leonardo Jattarelli, 'Il Messaggero', 3 giugno 2005)

Trova Cinema

Box office
dal 12 al 15 settembre

Incasso in euro

  1. 1. Spider-Man: Far From Home  1.485.131
    Spider-Man: Far From Home

    Peter Parker decide di partire per una vacanza in Europa con i suoi migliori amici Ned, MJ e con il resto del gruppo. I propositi di Peter di non indossare i panni del supereroe per alcune settimane vengono meno quando deci...

  2. 2. Serenity - L'isola dell'inganno  388.748
  3. 3. Edison - L'uomo che illuminò il mondo  384.234
  4. 4. Toy Story 4  258.275
  5. 5. Annabelle 3  231.470
  6. 6. Birba - Micio combinaguai  86.541
  7. 7. Domino  65.754
  8. 8. Aladdin  46.374
  9. 9. Pets 2 - Vita Da Animali  41.309
  10. 10. Nureyev. The White Crow  33.441

Tutta la classifica