SCHEDA FILM

All'improvviso uno sconosciuto

Anno: 1987 Durata: 112 Origine: USA Colore: C

Genere:THRILLER

Regia:-

Specifiche tecniche:NORMALE

Tratto da:-

Produzione:SCOTTI BROS - INTERNATIONAL VIDEO ENTERTANINMENT

Distribuzione:CDI (1988) - VIVIVIDEO, CECCHI GORI HOME VIDEO

TRAMA

Una nuova vetrinista viene fortunosamente assunta dal presidente dei grandi magazzini Hornès di Pittsburgh: è Katia Yarno, bella, giovane, efficiente e geniale. La folla si addensa davanti ai manichini, che lei sa abbigliare e comporre in atteggiamenti spesso un po' scandalosi. Di fronte a Hornès lavora in un ambulatorio radiologico un tecnico, Jack Price, il quale, sposato e padre di una bambina è un vero psicopatico. Spiando dalla finestra manichini e arredatrice, Jack crede che nella donna siano latenti pulsioni sessuali che egli ben saprebbe destare e mettere in sintonia con tutto ciò che di più perverso i propri istinti gli suggeriscono. Egli comincia così non solo a spiarla ma a pedinare Katia, a telefonarle oscenità, introducendosi in casa sua (dove si profuma e si abbandona a feticismi e a danze lubriche), perfino a guardarla mentre là essa cede all'amore che le manifesta un giornalista suo amico. Assillata e sottoposta così ad una vera e propria persecuzione, dapprima Katia si abbatte, poi decide di reagire: fissa un appuntamento notturno all'ancora sconosciuto Jack (e con ciò ne vede le fattezze, ma quello neppure la tocca, rinviando il sottile piacere di un totale possesso); ne scopre abitazione e studio, lo attira una sera presso il grande magazzino ormai deserto e qui, fattolo bloccare da un feroce cane da guardia, ne distrugge la perversa volontà, per trasformarlo, nella vetrina che ormai è sua, in uno squallido manichino vivente, un miserabile da consegnare alla polizia.

CRITICA

Un thriller apparentemente mozzafiato, ma in realtà molto prevedibile. In più il fatto che sia diretto da una donna fa pensare a un manifesto di ideologia femminista. Ancora più prevedibile, e anche un po' fastidioso. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv Da una sceneggiatura esemplare per ritmo efficacia, acume psicologico, la Arthur ha cavato un thriller ammaliante per inventiva, ricercatezza figurativa e barocchismo immaginoso. Solo una donna poteva farlo così. (Laura e Morando Morandini, Telesette).

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 maggio

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234
  10. 10. Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)  121.947

Tutta la classifica