22 Jump Street2014

SCHEDA FILM

22 Jump Street

Anno: 2014 Durata: 112 Origine: USA Colore: C

Genere:AZIONE, COMMEDIA

Regia:Christopher Miller|Phil Lord

Specifiche tecniche:-

Tratto da:personaggi della omonima serie TV ideata da Stephen J. Cannell e Patrick Hasburgh

Produzione:NEAL H. MORITZ, JONAH HILL, CHANNING TATUM PER ORIGINAL FILM, CANNELL STUDIOS, IN ASSOCIAZIONE CON 33ANDOUT PRODUCTIONS, JHF PRODUCTIONS, LSTAR CAPITAL, MEDIA RIGHTS CAPITAL (MRC)

Distribuzione:WARNER BROS. ENTERTAINMENT ITALIA

ATTORI

Jonah Hill nel ruolo di Schmidt
Channing Tatum nel ruolo di Jenko
Ice Cube nel ruolo di Capitano Dickson
Peter Stormare nel ruolo di Ghost
Amber Stevens nel ruolo di Maya
Dave Franco nel ruolo di Eric Molson
Jillian Bell nel ruolo di Mercedes
Joe Chrest nel ruolo di David Schmidt
Kurt Krause nel ruolo di Cupcake Wilson
Nick Offerman nel ruolo di Hardy
Richard Grieco nel ruolo di Dennis Booker
Rob Riggle nel ruolo di Sig. Walters
Toby Holguin nel ruolo di Mustache
Wyatt Russell nel ruolo di Zook
 
 

MONTAGGIO


Rennie, David
 

SCENOGRAFIA

Saklad, Steve
 

COSTUMISTA

Evans, Leesa

TRAMA

Dopo aver finito a modo loro le scuole superiori, gli agenti Schmidt e Jenko sono passati sotto copertura in un college locale. Quando Jenko incontra uno spirito affine nella squadra di football e Schmidt si infiltra nella scena artistica bohémien, i due cominciano a mettere in discussione la loro partnership.

CRITICA

"Phil Lord e Christopher Miller. I registi 39enni di 'Piovono polpette', 'The Lego Movie', e dei due 'Jump Street'. Ieri '21 Jump Street'. Oggi '22 Jump Street'. Perché in una serie bisogna pur cambiare qualcosa. Così la centrale di polizia per cui lavora questa cento-milionesima strana coppia di sbirri (l'atletico Channing Tatum e il cicciotto Jonah Hill) si sposta dall'altro lato della strada... E qui siamo già nell'autoriflessione, ovvero nella capacità di prendersi in giro mentre il film procede a tutta velocità. Perché oggi non basta più fare un sequel o un remake. Bisogna fare il sequel del remake di un serial che già a suo tempo reimpastava 'Miami Vice' e decenni di cinema e tv precedenti. Il tutto senza perdere il filo, anzi facendo in modo che questo vorticare di prestiti e citazioni diventi parte del gioco. Tanto che lo spettatore è spinto in alto dalle gag e dall'azione, ma è ancorato a terra da questo sistema di rimandi. In questo l'animazione è imbattibile, e 'The Lego Movie' resta forse il capolavoro di Lord e Miller. Ma la cosa davvero sbalorditiva è la capacità di giocare con la stessa libertà e inventiva usando attori e scene dal vero. Vedere per credere Hill e Tatum infiltrarsi al college in cerca di uno spacciatore come se fossero ragazzini. Per scoprire, orrore, che in dieci anni le mode, i gerghi, i codici giovanili sono cambiati in modo totale. E non sempre a loro sfavore, tanto che contro ogni attesa sarà il cicciotto a rimorchiare una bellissima studentessa (senza immaginare che...), mentre il bel Tatum si invischia in un'esilarante amicizia virile a un passo dalla gayezza con un biondo rugbysta che forse la sa lunga sullo spaccio... Di più non si può dire anche perché dialoghi e gag sono a prova di descrizione, ma su questi due bisnipoti di Stanlio e Olio, Starsky e Hutch, Gibson e Glover ('Arma letale') e mille altri buddy movies a tratti passa addirittura come un soffio l'ombra dei 'Blues Brothers'. E scusate se è poco." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 24 luglio 2014) "Spiacerà a chi ha gradito, e parecchio il primo episodio, sempre con Hill e Tatum. I fans non debbono essere pochi dal momento che il numero uno ha fatto grossi insperati incassi e ha proiettato Tatum tra i cinque più pagati di Hollywood (nel mucchio non mancano i nostalgici che impazzirono da bambini perla serie tv con Johnny Depp)." (Giorgio Carbone, 'Libero', 24 luglio 2014) "Un filmino per teenager dal popcorn facile, secondo e, ahinoi, non ultimo episodio supertrash di una goliardica serie, che avanza tra vomitate, party sulla spiaggia, cazzotti alla Bud Spencer e improbabili acrobazie su elicotteri in volo." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 17 luglio 2014)

Trova Cinema

Box office
dal 14 al 17 novembre

Incasso in euro

  1. 1. C'era una volta a... Hollywood  2.154.428
    C'era una volta a... Hollywood

    Ambientato nel 1969, nei giorni precedenti l'efferato omicidio di Bel Air compiuto dalla "Manson Family". La storia segue la vicenda dell'ex star western Rick Dalton e sulla sua controfigura, che cercano la loro svolta in u...

  2. 2. Ad Astra  816.156
  3. 3. Rambo - Last Blood  727.758
  4. 4. Yesterday  472.787
  5. 5. Dora e la città perduta  417.098
  6. 6. Il Re Leone  352.096
  7. 7. Shaun Vita da Pecora - Farmageddon. Il film  301.668
  8. 8. Vivere  248.544
  9. 9. Tutta un'altra vita  199.517
  10. 10. It - Capitolo Due  194.530

Tutta la classifica