NEWS a cura di Cinematografo.it

Claudio Del Falco e Stefano Calvagna per Rabbia in pugnoFoto Serena Dattilo

10 luglio 2013

Calvagna, Rabbia in pugno

"E' stato un film per la libertà", dice Stefano Calvagna. Che torna in sala con "un action movie" interpretato da Claudio Del Falco, ex campione europeo di kickboxing

"E' da un anno che non posso uscire di casa. Questo è stato un film per la libertà, almeno potevo uscire e andare a girare in palestra". Così il regista Stefano Calvagna, in libertà vigilata dopo aver subito un tentato omicidio e dopo essere stato arrestato dalla polizia con varie accuse tra cui quella di essersi organizzato un attentato da solo, presenta il suo film Rabbia in pugno, che uscirà nelle sale l'11 luglio distribuito da Poker Entertainment.Protagonista della nuova pellicola di Stefano Calvagna è Claudio Del Falco, campione europeo di kickboxing nel 1992, che qui interpreta Valerio, un pugile felicemente fidanzato con Valentina (Gaia Zucchi), giovane ragazza da cui sta per avere un figlio. Ma durante un incontro in discoteca con il losco produttore cinematografico Sergio Bruschi (Maurizio Mattioli) Valentina perderà la vita per un arresto cardiaco dovuto all'ignara assunzione del ghb, la droga dello stupro. A quel punto Valerio, accecato dalla rabbia, sceglierà di farsi giustizia da solo."E' un action movie ma ho cercato anche di metterci qualcosa di comico", prosegue il regista che ha girato gran parte del film all'interno di una palestra e in una Roma inedita: "Sono nato a Capannelle e volevo raccontare la periferia di Roma, spesso dimenticata dal cinema, come la Tuscolana o Statuario. D'altronde sono una persona che preferisce andare in trattoria piuttosto che alle feste patinate".Un film a basso budget, che Stefano Calvagna ha scritto insieme a Giovanni Galletta, e che è stato realizzato con grande difficoltà visto che le riprese si sono svolte nel periodo in cui il regista stava scontando la condanna agli arresti domiciliari: "Ho avuto molti problemi a trovare persone che volessero partecipare a questo progetto"- sottolinea Stefano Calvagna. "Non è per niente facile girare un film in queste condizioni, anche perché né i distributori né gli esercenti rispondevano al telefono", prosegue il regista che è stato definito dalla critica "il Quentin Tarantino italiano": "Rondi mi definì così e ne rimasi piacevolmente colpito. Forse somiglio a Tarantino per i dialoghi dei miei film, perché non reprimo nulla e perché la mia opera prima raccontava la storia di quattro balordi che rapinavano le banche, ma non posso assolutamente confrontarmi con un così grande regista". Oltre allo stesso regista che interpreta un amico di Claudio, nel cast anche Cristiana Esposito, Valeria Mei, Alberto Tordi e Adriana Ortolani."Sono contento che Stefano abbia dedicato questo film a mia madre, Olimpia Cavalli, scomparsa lo scorso anno. Lei era un'attrice e voleva che anche io facessi l'attore", dice il protagonista Claudio Del Falco. E Stefano Calvagna, che ha lavorato per molto tempo negli Stati Uniti anche come assistente alla regia per la serie televisiva Beverly Hills 90210, conclude: "Tornerei a lavorare in America ma non per le serie tv, preferisco esprimermi nel cinema, mi sento più libero".

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica