NEWS a cura di Cinematografo.it

07 novembre 2011

Liricamente... King Kong

Il classico di Cooper e Schoedsack ritorna in opera, musicato da Fabrizio de Rossi Re: anteprima assoluta il 9 novembre a Terni

A volte ritornano... Un classico degli anni Trenta, il King Kong di Merian C. Cooper e Ernest B. Schoedsack (1933), diventa un'opera lirica. Musicata dal compositore Fabrizio de Rossi Re su libretto di Luis Gabriel Santiago e commissionata appositamente per il Festival OperaInCanto di Terni, l'opera verrà presentata in anteprima assoluta al pubblico italiano il 9 novembre al Teatro S.Secci di Terni.Il sottotitolo del soggetto è: Una passione imbarazzante ai confini del mondo civile, quasi una dichiarazione in merito alla scelta degli autori. "Una grande passione è sempre in fondo imbarazzante e orgogliosamente ridicola," spiega De Rossi Re. "Non nel senso sessuale del termine (oggi il sesso non scandalizza più nessuno), quanto di un imbarazzo umano, talvolta ipocrita, nei riguardi della Natura violentata e calpestata. In questa favola rovesciata rispetto al film, è la donna (Viola Ann Darrow) che fugge dal mondo civile per cercare l'amore su un'isola. Le difficoltà nascono quando incontra un mostruoso scimmione che in realtà non aspira ad altro che a diventare un Uomo."È interessante sapere che la sceneggiatura per King Kong non fu tratta da un libro (come invece la quasi totalità dei film fantastici) ma il contrario. Solo dopo il film venne pubblicato un romanzo basato sul film e sulla sceneggiatura di Merlan Cooper e Edgar Wallace. "Rifarsi quindi al film originario è filologicamente corretto" spiegano gli autori, "volutamente abbiamo tralasciato i vari remake successivi."Partendo dalle suggestioni del film, gli autori hanno creato un vero e proprio libretto per la musica del loro King Kong. Sono nate così, arie e canzoni come "L'Isola del teschio", "Piccola mia bambolina pallida", "Vivere, vivere", "Canto notturno degli indigeni", "Ninna nanna dello scimmione", "Solenne Corale antropologico", etc. che ovviamente non erano lontanamente presenti nella sceneggiatura del film, ma sono servite proprio a dare una veste musicale alla storia.Gli interpreti dell'opera sono Roberto Abbondanza nel ruolo dello scimmione e Sonia Visentin nel ruolo che fu di Fay Wray, Viola Ann Darrow, diretti dal maestro Fabio Maestri, le scenografie sono ridotte al minimo, sostituite da spettacolari effetti visivi e sonori e video proiezioni.Oltre al King Kong, OperaInCanto presenta anche L'occasione fa il ladro di Gioacchino Rossini, in un'inedita rilettura che si rifà al cinema americano degli anni Trenta. "La cifra che unisce le due opere presentate al festival di quest'anno è quella del cinema hollywoodiano di quel decennio," spiega il presidente Paolo Donati. "La musica di Rossini, qui affatto liberata dalle movenze consuete al genere buffo, è la vera antesignana di quella sublime disinvoltura, di quel raffinato disincanto, che giustificò l'etichetta di sophisticated comedies per i film hollywoodiani di Lubitsch e Hawks e - perché no? - ai nostri telefoni bianchi."La manifestazione è organizzata dall'Associazione InCanto con il contributo finanziario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali - Dipartimento dello Spettacolo, della Regione dell'Umbria, del Comune di Terni e di Amelia e della Fondazione CARIT.

Trova Cinema

Box office
dal 13 al 16 settembre

Incasso in euro

  1. 1. Mamma mia! Ci risiamo  1.072.481
    Mamma mia! Ci risiamo

    Andando avanti e indietro nel tempo per mostrare come le relazioni forgiate nel passato risuonano nel presente......

  2. 2. Hotel Transylvania 3 - Una vacanza mostruosa  1.035.886
  3. 3. Mission: Impossible - Fallout  924.596
  4. 4. Resta con me  587.318
  5. 5. Slender man  582.357
  6. 7. Ritorno al Bosco dei 100 Acri  276.742
  7. 8. Come ti divento bella  197.164
  8. 9. Ride  172.351
  9. 10. Revenge  135.224

Tutta la classifica