NEWS a cura di Cinematografo.it

<i>Carnage</i>

16 settembre 2011

Weekend al cinema

Carneficina in sala: c'è Polanski. ma attenti ai Puffi, ai legionari di The Eagle e alle spie de Il debito

Carneficina in sala: ma solo a parole. In sintesi Carnage di Roman Polanski, il grande escluso dal palmares veneziano, dove, dato per favorito, il film del regista polacco ha incassato solo il plauso della critica e zero premi. Poco male, avrà modo ora di rifarsi al botteghino. Tratto dalla pièce teatrale di Yasmina Reza, Carnage è tutto girato in un salotto di una casa bene di New York - ad eccezione dell'incipit e dell'epilogo, in esterni - dove due coppie (Jodie Foster/John C. Reilly e Kate Winslet/Christoph Waltz) fanno le prove generali di riappacificazione dopo che i rispettivi figli se le son suonate in un parco. Compito tutt'altro che facile. Polanski mette in scena un kammerspiel psicologico di grande finezza (che per certi versi ricorda il suo esordio, Il coltello nell'acqua), facendo esplodere contraddizioni e ipocrisie della borghesia americana, la cui faccia dietro la maschera del perbenismo e delle convenzioni sociali si rivela una volta di più cattiva e infantile. Più saggi i bambini. A cui è rivolto l'atteso Puffi 3D, mix di animazione e live action per il debutto sul grande schermo degli omini blu creati dalla matita di Pejo. Ecco dunque Grande Puffo e Puffetta, Brontolone e Quattrocchi, catapultati per magia nella Grande Mela dove, oltre a doversi guardare dalla caccia organizzata da Gargamella e l'odioso gatto Birba, dovranno stare attenti ai non meno temibili esseri umani. Uno dei quali, un manager col vizio di trascurare la famiglia, sarà da loro salvato. Si cambia decisamente registro nella solida spy-story diretta da John Madden, Il debito, rifacimento di un thriller israeliano di pochi anni fa. Protagonisti tre ex agenti del Mossad pluridecorati e a riposo, costretti a tornare al centro della scena quando uno di loro si suicida e il criminale nazista che avevano eliminato 30 anni prima riappare in Europa come un fantasma. Madden costruisce il film attraverso numerosi flashback, dagli anni '60 ai '90, cambiando attori (Jessica Chastain, Sam Worthington e Marton Csokas per la parte ambientata nel passato; Helen Mirren, Ciaran Hinds e Tom Wilkinson per quella ambientata nel presente), e registri: prima domina la suspense, poi si vira sul melodramma. Accenti melò (involontari) caratterizzano anche The Eagle, che è in apparenza un classico epic movie: siamo nel II secolo A.C. e un comandante romano coriaceo e ostinato è in missione in Britannia per difendere un forte in rovina e ritrovare la nona legione - quella capitanata dal padre - andata perduta nelle foreste insieme al simbolo della Roma imperiale, l'aquila. Ad accompagnarlo il servo Esca, la cui famiglia proprio dai romani era stata sterminata. Eppure tra il centurione e lo schiavo nasce una profonda amicizia...Diretto Kevin Macdonald (L'ultimo re di Scozia, State of Play), The Eagle è interpretato da Channing Tatum e Jamie Bell (che qualcuno ricorderà da piccolo in Billy Elliot). Chiudiamo infine con la romantic comedy Crazy, Stupid, Love che racconta con leggerezza i capricci del caso e dell'amore che uno sfigato padre di famiglia (Steve Carell), uno sciupafemmine (Ryan Gosling) e un ragazzino di 13 anni (figlio del padre sfigato: Jonah Bobo) dovranno affrontare per ri-conquistare o conquistare i rispettivi oggetti del desiderio: la moglie (Julianne Moore), la di lei figlia (Emma Stone) e la babysitter (Analeigh Tipton). In regia Glenn Ficarra e John Requa, già dietro la macchina da presa di Colpo di fulmine - Il mago della truffa e apprezzati sceneggiatori del minicult Babbo Bastardo. Interessante l'inversione dei ruoli che tocca alla coppia di protagonisti maschi: il commediante Steve Carell ha un ruolo più drammatico di quanto non tocchi a Ryan Gosling, che viceversa si cimenta per la prima volta in una parte brillante.

Trova Cinema

Box office
dal 15 al 18 novembre

Incasso in euro

  1. 1. Lo schiaccianoci e i quattro regni  1.742.138
    Lo schiaccianoci e i quattro regni

    Tutto ciò che Clara desidera è una chiave, unica nel suo genere, che sbloccherà una scatola contenente un dono inestimabile della madre scomparsa. Un filo d'oro, apparsole durante l'annuale festa di Natale del padrino Dross...

  2. 2. Tutti lo sanno  703.324
  3. 3. Notti Magiche  657.387
  4. 4. Ti presento Sofia  612.966
  5. 5. First Man  603.319
  6. 6. Il mistero della casa del tempo  587.472
  7. 7. Hunter Killer - Caccia negli abissi  405.676
  8. 8. Overlord  289.541
  9. 9. A Star Is Born  259.652
  10. 10. Euforia  144.368

Tutta la classifica