SCHEDA ARTISTA

Tullio Pinelli

Tullio Pinelli

Nasce a TORINO (Italia) il 24-06-1908

BIOGRAFIA

Sceneggiatore. Si laurea in giurisprudenza alla fine degli anni '30, ma da subito è attratto nell'orbita gravitazionale del teatro. Le sue prime commedie attraggono l'attenzione di pubblico e critica tanto da trasformarlo in breve tempo in uno dei giovani commediografi italiani più seguiti e di fargli ottenere nel 1943 il Premio dell'Accademia d'Italia. Negli anni della Seconda Guerra Mondiale approda al cinema collaborando saltuariamente ad alcune sceneggiature, ma nel dopoguerra la sua attività diventa più frequente e inizia a collaborare con registi del calibro di Alberto Lattuada e Pietro Germi. Ma la collaborazione più intensa e proficua della sua carriera è quella con Federico Fellini, che prende il via nel 1950 con "Luci del varietà", continua con "La strada" (1954) e "Le notti di Cabiria" (1956) e culmina con "La dolce vita" (1960) e "8 1/2" (1963). Nel corso degli anni '70, lavora anche per la televisione ed è tra gli sceneggiatori della trilogia di "Amici miei", ideata da Pietro Germi e diretta da Mario Monicelli e Nanni Loy. Negli ultimi tempi era tornato al cinema sceneggiando "Bonjour Michel" (2005) di Arcangelo Bonaccorso. Muore quando stava per compiere 101 anni.

[2003]L'uomo segreto
[2002]Fellini: Sono un gran bugiardo

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni più belli  1.196.456
    Gli anni più belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica