SCHEDA ARTISTA

Raúl Ruiz

Raśl Ruiz

Raśl Ernesto Ruiz Pino

Nasce a PUERTO MONTT (Cile) il 25-07-1941

BIOGRAFIA

Regista. Figlio di un capitano della marina mercantile, fin da piccolo era un assiduo spettatore di film americani di serie B. Dopo aver studiato teologia e diritto in Cile, frequenta per un anno la scuola di cinema documentario in Argentina. Il suo primo impiego č la traduzione delle sceneggiature di alcune serie tv americane, poi dal 1956 lavora anche in teatro, scrivendo, grazie ad una borsa di studio della Rockefeller Foundation, una trentina di testi d'avanguardia. Il suo debutto alla regia č nel 1960 con un film incompiuto "La valigia". Il suo primo lungometraggio č del 1967, "Il tango del vedovo". Nel 1968 firma la regia di "Tres tristes tigres", che lo rivela come cineasta di talento e gli vale il Pardo d'oro al 22mo Festival di Locarno. Vicino al governo socialista di Salvador Allende, dopo il golpe di Augusto Pinochet del 1973 si rifugia in esilio a Parigi, dove prosegue la sua prolifica carriera cinematografica firmando opere cerebrali, brillanti, concettuali ma non prive di humour. Nel 1974, mette subito in scena la sua esperienza di esule in "Dialogo de exilados", una riflessione sulla condizione di chi vive lontano dalla propria patria interpretata da rifugiati cileni. Nel 1978, al culmine di una intensa attivitą, realizza "L'hypothése du tableau volé", commento alla teoria del simulacro di Kiossowski, imperniato sul rapporto tra suono e immagine, per scoprire i significati nascosti di certi quadri. La sua vena resta intatta con il passare degli anni: nei primi anni Ottanta opta per un registro pił leggero mentre un decennio pił tardi raggiungerą un pubblico pił vasto grazie al coinvolgimento di attori come Marcello Mastroianni ("Tre vite e una sola morte", 1996, in concorso a Cannes), Catherine Deneuve e Michel Piccoli ("Genealogia di un crimine", 1997, Orso d'argento alla Berlinale per il suo contributo artistico), o Isabelle Huppert e Jeanne Balibar ("'Figlio di due madri", 2000, tratto dal romanzo di Massimo Bontempelli e selezionato a Venezia). Nel 2004 gira in Cile "Dias de campo", un film pił intimista che segna il ritorno al paese natale dopo oltre trent'anni di esilio, mentre nel 2007 il festival del cinema di Roma gli dedica una retrospettiva e gli assegna il premio Filmcritica Campidoglio - Maestri del Cinema. Nel 2010/2011 realizza la sua ultima opera, "Mistérios de Lisboa", prodotta da Paulo Branco. Muore a Parigi all'etą di 70 anni lasciando la moglie Valeria Sarmiento, sua compagna dal 1969 e anche lei attiva in campo cinematografico come regista, sceneggiatrice e montatrice.

[1989]Palombella rossa
[1987]Brise-glace
[1977]Colloque de chiens

Trova Cinema

Box office
dal 26 al 29 marzo

Incasso in euro

  1. 1. Gli anni pił belli  1.196.456
    Gli anni pił belli

    Quattro ragazzi, cresciuti nel centro di Roma ma con estrazioni sociali diverse, vedranno le loro vite evolvere in maniere e direzioni anche sorprendenti, tra delusioni e riscatti....

  2. 2. Bad Boys for Life  882.185
  3. 3. Il richiamo della foresta  680.273
  4. 4. Parasite  605.719
  5. 5. Sonic. Il film  499.216
  6. 6. Odio l'estate  264.761
  7. 7. Cattive acque  263.009
  8. 8. La mia banda suona il pop  240.521
  9. 9. Dolittle  123.234

Tutta la classifica